Faces from the dark
towards the light

“Dalla linea retta e dal cerchio venne alla luce la prima produzione e la più semplice rappresentazione delle cose, sia di quelle esistenti, sia di quelle che sono nascoste sotto il velo della natura“

Monas Hieroghlyphica - Teorema I, John Dee

“Faces from the dark / towards the light” è un’installazione interattiva che nasce da una riflessione sull’idea di dematerializzazione del corpo umano e si muove alla ricerca di un fondamento originario, individuato nel concetto di Monade.

Ispirata al cabinet de curiosités per un visitatore alla volta, l’installazione è concepita come un dispositivo teatrale d’esposizione in due episodi ; il primo include un atto performativo in situ dell’artista che crea e introduce il secondo che sarà l’installazione permanente.

Lo spazio buio è mappato a terra da una figura luminescente che rappresenta la monade geroglifica di John Dee, simbolo ermetico dell’Unità dell’Universo sintesi dei principali aspetti di differenti culture esoteriche. Nel punto d’incontro delle due rette, una verticale e l’altra orizzontale una lightbox e 28 formemute, opere su carta visibili solo alla luce.

Al centro del cerchio della monade di Dee una cima da ormeggio, a riempire lo spazio, un sound design costruito con i suoni per noi più ancestrali, il battito del cuore e rumori di organi in movimento trasposti in una dimensione “altra” dalla presenza ingombrante di suoni sintetici.

Episodio I : il visitatore  scopre il corpus delle 28 formemute posandole sulla lightbox, presenza e atto performativo dell’artista, riprese in situ della performance con Mira Multispectral Camera per filmare il campo elettromagnetico dell’artista.

Episodio II : il visitatore  scopre il corpus delle 28 formemute posandole sulla lightbox , presenza fisica del performer sostituita con l’elaborazione video del campo elettromagnetico filmato nell’episodio I.

Faces from the dark propone una (ri)costruzione poetica del corpo smaterializzato attraverso la trasformazione dello spazio espositivo in un “laboratorio” post-umano in cui entità organiche vengono de-strutturate alla ricerca della loro essenza originaria.

  • Twitter Clean
  • Facebook Clean
  • White Instagram Icon
  • SoundCloud Clean
Visual and performing arts